Franchising Caffè: Tutto Quello che c’è da Sapere

Franchising Caffè: Tutto Quello che c’è da Sapere

Vuoi aprire un negozio di franchising caffè? Prima di prendere una decisione leggi l’articolo, schiarisciti le idee e scopri tutto quello che c’è da sapere. 

Franchising caffè

Se hai in mente di affidarti a un’affiliazione commerciale per entrare nel business di cialde, capsule e macchine espresso, ci sono tanti aspetti di cui devi tener conto.

Primo fra tutti i requisiti necessari a prescindere dall’azienda scelta.

Devi innanzitutto frequentare il corso SAB, ovvero conseguire la cosiddetta idoneità alla somministrazione di alimenti e bevande.

Sempre che tu non sia già in possesso dei titoli equivalenti, magari acquisiti in seguito ad una precedente esperienza lavorativa (nello specifico, generalmente, sono richiesti almeno 2 anni di lavoro negli ultimi 5 nel settore alimentare) o grazie a scuole e università frequentate (titolo di studio che possa permettere un’adeguata conoscenza dell’ambito food, come ad esempio l’alberghiero oppure eventuale laurea in materie scientifiche).

Se devi fare il corso, puoi rivolgerti presso la Camera di Commercio della tua città, quanto meno per sapere con certezza il numero di ore di frequentazione richieste nella Regione in cui abiti e intendi avviare l’attività di caffè.

Considera che modalità di svolgimento, durata e costi, cambiano molto non solo da regione a regione, ma anche da un ente formativo all’altro.

Mediamente dovrai frequentare dalle 90 alle 130 ore, con una spesa approssimativa che oscilla dai 400 ai 1000 euro. Occorre anche aprire una Partita IVA e l’iscrizione al registro delle imprese, sempre presso la Camera di Commercio. Cosa che puoi fare da solo recandoti di persona, oppure delegando e pagando un commercialista che lo faccia al posto tuo.

Infine segnalare al Comune la data di inizio attività, ovviamente non prima di aver trovato e adibito allo scopo un locale commerciale idoneo.

In affitto se non ne possiedi uno di tua proprietà, che sia di almeno una trentina di metri quadri (in qualche caso potrebbero bastarne anche 15), e sopratutto che si trovi in una zona commerciale o ad alto afflusso di persone.

A questo punto, non ti resta che valutare a chi rivolgerti visto che ci sono svariate aziende che propongono la possibilità di aprire un negozio in franchising di caffè e solubili in capsule e in cialde, oltre che di macchinette da caffè.

Infine ci siamo noi di Progresso Food, che ti seguiamo gratuitamente in ogni fase, ti consigliamo, e possiamo anche fornirti i nostri prodotti, delle migliori marche di caffè, al miglior prezzo, senza alcun vincolo e senza alcun impegno.

Cosa chiedono i franchisor caffè e cosa chiediamo noi

Con gli altri, per usufruire della loro affiliazione, dovrai spendere cifre variabili dai 5 mila ai 30 mila euro o più.

Praticamente una sorta di fee di ingresso che permette di usare il marchio scelto, talvolta anche di ricevere le scaffalature e gli arredi del negozio (in questo caso però le spese da corrispondere lievitano vertiginosamente).

Generalmente con il costo iniziale da pagare si ha diritto all’esclusiva di zona e si riceve anche il software gestionale (il computer lo devi acquistare tu).

Alcuni offrono anche le vetrofanie, un kit degustazione caffè e dei volantini pubblicitari.

In certi casi occorre pagare una quota mensile, in altri si deve garantire un ordine minimo di merce a cadenza periodica.

Attenzione perché non sempre nel prezzo pattuito è compresa la prima fornitura di capsule, cialde aromatizzate, caffè in grani e macinato, accessori (bicchieri, cucchiaini e bustine di zucchero), le macchine per il caffè all’ingrosso, che ovviamente devono essere comprati a parte.

Oltre a ciò, quello che però quasi mai viene detto, è che comunque, per un certo periodo di tempo (indicativamente 2 o 3 anni ma anche più), si è vincolati ad acquistare i prodotti dal franchising caffe con cui si è firmato il contratto.

E se poi ci si rende conto che i prezzi di acquisto sono più alti rispetto a quelli proposti da altri fornitori, poco o nulla si può fare.

Dunque gli eventuali guadagni generati, si ridurranno drasticamente, al netto di tutte le spese.

Ricavi maggiori che potrebbero invece rimanerti in tasca, semplicemente evitando di incappare in finti imperdibili affari che convengono solo a chi te li propone.

Aprire in franchising non significa aprire gratuitamente, tutt’altro: oltre ai costi più elevati (dal mobilio fino ai prodotti) avrai precisi vincoli che sarai obbligato a rispettare.

Attenzione! Con questo non vogliamo dire che tutte le soluzioni del settore presenti sul mercato siano svantaggiose.

Piuttosto intendiamo farti aprire gli occhi in modo che potrai valutare la svariate offerte con il massimo dell’obiettività, ed essere certo di fare la scelta giusta.

La nostra proposta

Qual è la nostra proposta? Se ti rivolgi a noi di Progressofood:

  • non dovrai pagare nessuna quota di adesione;
  • non dovrai corrispondere nessuna royalty o fee d’ingresso;
  • non dovrai versare nessun tipo di contributo.

Da noi trovi i prezzi più bassi in assoluto e la garanzia dei prodotti migliori. Contattaci! Saremo felici di darti tutte le informazioni in merito e inviarti senza impegno il nostro listino ingrosso.




Clicca qui e contattaci

Per Informazioni Chiamaci al Numero: 0733 288 455
Dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:30.

Sei già Nostro Cliente?
Lascia la tua valutazione!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(7 voti - media: 10,00 su 10)
Loading...